• Loredana Denicola

Plastic surgery, the mystery of imaginary ugliness …

Updated: Sep 9, 2019



It is a mystery why people visit a cosmetic surgeon demanding a face lift to cure an imaginary ugliness ( there are extreme cases where plastic surgery is absolutely necessary of course! ....), like for example the 35-45 year old woman who are convinced that they look old even though their appearance is normal or young girls who are convinced that they are ugly because their mouth, nose or bust measurements don’t much the reigning Hollywood celebrities advertised on magazines, or the most popular girls in school.


These people react just as if they suffered an actual disfigurement, they feel the same shame, their scars, though mental and emotional rather than physical, are just debilitating.

Wealth, success, power and celebrity are no more guarantees of happiness and peace of mind than surgical improvement of some personal appearance flaw.


The self image is the real secret.


To really live, that is to find life reasonably satisfying, you must have an adequate and realistic self-image that you can live with. You have to look at yourself in the mirror and must find yourself acceptable to you. You must have an healthy self-esteem. You must have a self that you can trust and believe in.


"When a facial disfigurement is corrected by plastic surgery, dramatic psychologic changes result only if there is a corresponding correction of the mutilated self-image. Sometimes the image of a disfigured self persists even after successful surgery, much the same as the "phantom limb" may continue to feel pain years after the physical arm or leg has been amputated.


Then it is about inner self image, how to obtain a psychological, emotional, and spiritual face lift, how to remove emotional scars, how to channel attitudes and thoughts as well as modify physical appearance.


The brain is surely the most complex and surprising thing that could exist in the world. It is difficult after years of wrong programming to be able to observe oneself without judging oneself, looking at oneself as one is, observing all one's wounds, not only physically but above all psychological, emotional for deprogramming all our insecurities and fears ... those evil fears that let us create imaginary diseases that then manifest themselves in reality.


It is thought that everything happens because it has to happen, maybe because there is a 'God' or because there is a destiny ... but why not start saying - ... maybe I'm just responsible for everything that happens to me and surrounds me '.

And from there start to change instead of blaming imaginary enemies.


You may also disagree ... let's leave plastic surgery to those who really need it. Shall we?

….



Plastic Surgery

Chirurgia plastica, il mistero della bruttezza immaginaria ...


È un mistero capire il motivo per cui le persone visitano un chirurgo estetico per curare una bruttezza immaginaria (ci sono casi estremi in cui ovviamente la chirurgia plastica è necessaria), come ad esempio la donna di 35-45 anni che è convinta di sembrare vecchia anche se la sua apparenza è normale o le ragazze giovani che sono convinte di essere brutte perché le loro bocche, il loro naso o il seno non sono come le celebrità di Hollywood pubblicizzate sulle riviste, né come le ragazze più popolari a scuola.


Queste persone reagiscono come se avessero subito una vera deturpazione, sentono la stessa vergogna ... le loro cicatrici, sebbene mentali ed emotive piuttosto che fisiche, sono solo debilitanti.

Ricchezza, successo, potere e celebrità non sono più garanzie di felicità e tranquillità del miglioramento chirurgico di qualche difetto che riguarda l' aspetto personale.


L'immagine di sé è il vero segreto.


Per vivere davvero sani, cioè trovare la vita ragionevolmente soddisfacente, bisogna avere un'immagine di se stessi adeguata e realistica con cui poter convivere. Devi guardarti allo specchio e trovarti accettabile, specialmente per te. Devi avere una sana autostima. Devi avere un 'io' di cui ti puoi fidare e in cui credere.


"Quando una deturpazione facciale viene corretta da un intervento di chirurgia plastica, si verificano cambiamenti psicologici drammatici solo se esiste una corrispondente correzione dell'immagine di sé mutilata.


A volte l'immagine di un sé sfigurato persiste anche dopo un intervento chirurgico riuscito, più o meno come l'arto fantasma" può continuare a provare dolore anni dopo l'amputazione del braccio fisico o della gamba.


Si tratta dell’'immagine di sé interiore, come ottenere un lifting psicologico, emotivo e spirituale, come rimuovere cicatrici emotive, come canalizzare atteggiamenti e pensieri, lavorarci sopra duramente e modificare l'aspetto interiore, cosa pensi di te stesso.

Il cervello è sicuramente la cosa più complessa e sorprendente che possa esistere al mondo ma è difficile, dopo anni di programmazione sbagliata, riuscire ad osservarsi senza giudicarsi, guardarsi per come si è, osservare tutte le proprie ferite, non solo fisiche ma soprattutto psicologiche ed emotive per poi de-programmare tutte le nostre insicurezze e paure ... quelle paure che nemmeno noi sappiamo di avere, perché mai ci siamo osservati, e che ci trasciniamo con fatica o ci portiamo sulle spalle come un carico pesantissimo che in realtà non vogliamo abbandonare.

La maggiorparte delle volte lo facciamo inconsciamente, appesantendoci, facendoci del male e creando malattie immaginarie che poi si manifestano nel reale.


Si pensa che tutto accade perché deve accadere, perché esiste un 'Dio' o perché esiste un destino .... ma perché non iniziare a pensare e a dire - '... forse sono solo io il responsabile di tutto ciò che mi accade e che mi circonda'.


E da lì iniziare a cambiare anzichè dare la colpa a nemici immaginari.


Potete anche non essere d'accordo ma lasciamo la chirurgia plastica a chi ne ha veramente bisogno.



World War I, the birth of plastic surgery ....

#imagination #brain #ugliness #bruttezza #chirurgiaestetica #fantasia #selfesteem #cervello #malattieimmaginarie #powerofthinking #worldwar #need #psychology #people #plasticsurgery #loredanadenicola

 Social Documentary Photographer | Fine Art | London & Italy

© All rights reserved Loredana Denicola    

E.info@loredanadenicola.com